Parthenocissus

Parthenocissus

Il Parthenocissus fa parte della famiglia delle Vitaceae ed è un genere di una decina di specie di piante rampicanti a foglie caduche, per lo più originarie della Cina e della Regione dell'Himalaya.

Da notare sono le affinità del Parthenocissus con i generi dell'Ampelopsis e della Vitis.

Come tutti i rampicanti, anche il Parthenocissus è particolarmente adatto per pergolati, muri, graticci e altri simili sostegni. Quando cresce spontaneo si appoggia ai tronchi degli alberi più vicini.

Piantumazione

E' da effettuare tra novembre e marzo. Dal momento che le piantine giovani mal sopportano il trapianto a radici nude, si consiglia di utilizzare piante più mature, che già radicato in vaso; queste dovranno essere collocate al centro di una buca di circa50 cmdi diametro e di profondità, scavata nelle vicinanze nelle vicinanze del sostegno al quale si desidera farle arrampicare.

Terreno

Deve essere umido e costituito in buona parte da composta. La posizione migliore è quella al riparo dalle correnti fredde e dal gelo, anche se alcune specie si adattano a vivere bene anche in posizioni più esposte.

Le annaffiature devono essere piuttosto moderate; il Parthenocissus non ha infatti particolari esigenze idriche.

La fioritura avviene da maggio a luglio. I fiori sono generalmente piccoli e raggruppati in cime composte.

Le foglie sono trilobate o divise in foglioline ed in autunno assumono colorazioni molto vivaci e brillanti. Caratteristici sono anche i viticci.

Le principali varietà

Parthenocissus quinquefolia: varietà rustica e rampicante, comunemente detta vite canadese. Originario dell'America del Nord il Parthenocissus quinque folla si caratterizza per le foglie dentate e raggruppate in ciocchette di 3-4 foglie per i piccolissimi fiori che sbocciano nella tarda primavera e che lasciano il posto a bacche color grigio-azzurro. Può raggiungere anche un'altezza di circa20 metri.

Parthenocissus tricuspidata o vite americana: specie rampicante rustica, proveniente dal Giappone e dalla Cina. Le sue foglie sono trilobate, i suoi fiori sono di color giallo e sbocciano all'inizio dell'estate; i frutti, che sono piccoli e di colore blu, crescono abbondanti fino a settembre.

Parthenocissus himalayana: come suggerisce il nome, è questa una varietà semirustica e rampicante, originaria della regione dell'Himalaya. Predilige posizioni riparate ed è in grado di raggiungere anche10 metrid'altezza; le foglie sono trifogliate, i fiori giallo-verdi, i frutti piccoli e blu.

Parthenocissus inserta: originario dell'America Settentrionale, può raggiungere un'altezza di20 metri. Varietà rustica e strisciante, che cresce in modo molto veloce specialmente lungo i muri, grazie ai viticci di cui è dotata che le consentono di aderire e "agganciarsi" ad ogni appiglio, anche il più impercettibile. I suoi fiori sono di color bianco e sono raggruppati in cime; le sue foglie assumono colori brillanti tra il rosso e l'arancio durante il periodo autunnale.

Parthenocissus thompsonii: rampicante dai fusti legnosi, dalle foglie caduche e dotato di viticci. Può raggiungere anche un'altezza di10 m. Le foglie assumono colorazioni particolari in ombra parziale. Produce bacche color nero

 

 


Parthenocissus tricuspidata ‘Veitchii ’

Codice prodotto: VASO 20X20 H.100-150
Categoria: Parthenocissus

18,00 IVA inclusa

Parthenocissus tricuspidata ‘Veitchii ’

Parthenocissus tricuspidata ‘Veitchii’ conosciuta anche col nome di Ampelopsis veitchii e di vite vergine è quel rampicante che ha la capacità di ancorarsi ai muri grazie ai cirri presenti nei rami, riuscendo cosi a ricoprire facciate di case, colonne e ogni altra cosa su cui le ventose sono in grado di attaccarsi. Le foglie assomigliano molto a quelle della vite e anche i frutti, in autunno, si riuniscono in grappoli con piccoli acini neri.

Una pianta troppo invadente

E’ una pianta rampicante bella. La sua vitalità è cosi forte che dopo aver ricoperto una parete, dai suoi rami si originano altri rametti che non potendosi attaccare al muro, sporgono in fuori, facendo volume e rompendo cosi l’armonia della parete; questi rami secondari hanno foglie più piccole dei rami principali e quindi sulla pianta coesistono sempre foglie di diverse dimensioni mescolate tra loro.

Infatti, in autunno, dopo una intensa colorazione rossa, arancione e gialla, perde le foglie, lasciando per diversi mesi l’intera parete ricoperta di piccole ciocche nere disposte regolarmente ed è uno spettacolo straordinario vedere il continuo andirivieni di uccelli, soprattutto merli, che vanno a beccare i piccoli frutti.

La vite vergine è coltivata in vaso, con un tutore in bambù; va piantata il più possibile vicino alla parete che si intende far ricoprire, poi si fissa il tutore alla parete con un chiodino in modo che i rametti inizino ad attaccarsi; infine, una volta che si sono attaccati, non occorre più nessuna cura.